Il sito numero uno in Italia sul Copywriting in Italia

#

Questa Caffetteria Di Kiev Potrebbe Essere la Salvezza Del Tuo Negozio in Italia

Sono tempi duri per i negozianti. La gente ha sempre meno soldi, e quelli che ha li spende con molta più cautela di prima.

E’ pur vero però che si vedono cellulari di ultima generazione ovunque e alcuni business (caffetterie, negozi di elettronica…) spuntano dal nulla e hanno subito un enorme successo, alla faccia di qualsiasi crisi.

Ci sarà qualcosa che questi imprenditori hanno capito e da cui possiamo imparare affinché il tuo non sia il prossimo negozio a chiudere per sempre la saracinesca?

In questa serie di articoli voglio elencare quelle che secondo me sono le strategie vincenti per far prosperare con un negozio/bar/ristorante alla faccia di qualsiasi crisi.

Come dice qualcuno, la crisi è di idee.

Viaggiando per il mondo, ho potuto notare una serie di GEMME. Ristoranti/fast food/caffetterie/Narghilé Bar… che hanno un successo immediato ed incredibile e che monopolizzano la clientela, rendendola fedele e quasi “religiosa”.

Nonostante questi business siano così diversi fra di loro, in realtà le mosse vincenti messe in atto per eliminare la concorrenza sono molto simili fra di loro.

Vediamo quindi il primo errore che commette un business offline fallimentare e cosa fa di diverso un business di successo.

Perché Diamine Qualcuno Dovrebbe Venire Nel Tuo Negozio? (Te lo Sei Mai Chiesto?)

Se facessi un giro per la via Maqueda di Palermo, e immagino sia lo stesso in molte altre città, vedresti una serie interminabile di negozi e negozietti di vestiti, uno indistinguibile dall’altro.

Non c’è nessun motivo specifico per cui una persone dovrebbe decidere di entrare in un negozio rispetto ad un altro. Se questa è la tua situazione, come pensi di poter prosperare e attirare l’attenzione?

La soluzione: specializzati in qualcosa. Less is more. In un esperimento fatto da una grande libreria americana, diminuendo la scelta di libri sugli scaffali vicino alle casse le vendite sono impennate. Dobbiamo affrontare troppe scelte ogni giorno, e se ne abbiamo troppe, ci confondiamo e lasciamo del tutto stare l’impresa.

Ma non è l’unico motivo per cui dovresti specializzarti. Scegliendo un solo brand o una sola categoria di prodotti, diventerai il punto di riferimento nella mente dei tuoi concittadini quando hanno bisogno del tuo prodotto. E’ il principio del marketing a risposta diretta.

Prendi i negozi che vendono laptop generici e quelli che vendono Mac. Quando il cliente deve comprare un laptop con Windows ha una scelta di negozi infinita ed è probabile che vinca i suoi soldi il negozio con il prezzo più basso (meno margine per te quindi).

Se invece il potenziale cliente ha bisogno di un mac, avrà nella sua mente ben chiaro il negozio dove vuole andare. A Palermo (che prendo come esempio perché ci sono nato) il leader è Informatica Commerciale. Tutti sanno che se vuoi comprare un Mac, è lì che devi andare.

Non ci vai per comprare un Samsung. Non ci vai per comprare un cavetto generico per la televisione. Ma stai sicuro che al 90% ci vai se sei deciso a comprare un Mac.

E tu… per cosa sei il punto di riferimento della tua città? Lo sconto è l’unica arma che hai per attirare la clientela?

Vuoi Un Esempio? Prendi la Caffetteria Чашка (Ciashka) Di Kiev

A Kiev, in Ucraina, adorano il caffè. Non solo per la bevanda in sé, ma per il fatto che quando fuori fa freddo puoi startene al caldo, in una caffetteria, guardando la neve fuori e discutendo tranquillamente per ore con i tuoi amici.

Considerano che il caffè ha un margine alto e una tazza della deliziosa bevanda costa dai 2 ai 5 euro, non c’è da stupirsi se le caffetterie siano uno dei business più popolari in città.

E allora, come ci potremmo differenziare se dovessimo aprire l’ennesima caffetteria?

Ecco come ha risolto il proprietario delle caffetteria “Ciashka”.

Chashka (Чашка) in russo significa Tazza. Nel momento in cui entri nella caffetteria capisci subito il perché del nome.

La caffetteria ruota intorna appunto all’idea della tazza, con dei lampadari rossi che non sono altro che grandi tazze capovolte e una collezione di tazzine da espresso da ogni parte del mondo.

Ma le sorprese ovviamente non sono finite qui. Il menu del posto è incredibilmente interessante con una serie di bevande al caffé che nessuno ha mai offerto prima.

Dal Caffellatte Halva al Cappuccino della casa, dalla cioccolata New-York al caffellatte caramello, il menu (che cambia spesso, anche in base ai consigli della clientela) ti prende di sorpresa e non sai cosa ordinare prima.

Lo staff? Un gruppo di giovani come la clientela, sempre disponibile e super-sorridente. Ecco alcune foto del posto.

Fin dal momento in cui entri, grazie all’arredamento luminoso e particolare, capisci di essere arrivato in un posto speciale. Non nella solita catena tipo Starbucks o Coffee House.

Mentre sorseggi il tuo primo caffè Halva, ti chiedi perché non l’hai scoperto prima invece di scegliere sempre il solito americano o espresso.

E alla fine, te ne vai soddisfatto e col sorriso in faccia perché i camerieri hanno fatto qualche battuta spiritosa oppure semplicemente per la loro gentilezza.

Chashka è riuscito a differenziarsi in un mercato strapieno. E tu?

Quello di non differenziarsi è il primo, e il più micidiale degli errori che puoi commettere se hai un negozio/bar/ristorante e non studi il marketing a risposta diretta.

Se non hai un motivo per cui i clienti dovrebbero venire specificamente nel tuo negozio invece che in un qualsiasi altro della città, stai sicuro che sei destinato al fallimento.

Rischia. Inventati un nuovo menù. Prendi un piatto popolare e sciocca la popolazione creando una variante che crea scalpore. Fai in modo che tutti in città debbano parlare di te.

E poi rifallo ancora.

Stupisci con un servizio eccellente, fai sempre meglio di quello che il cliente si aspetta. E’ in quel momento lì che si scatena il passaparola. In quel momento, hai vinto.

Al prossimo articolo della serie,

Marcello Marchese

0 commenti

#

Carica altri commenti